Giorgio Grati e la sua collezione autunno/inverno 2010/11

Giorgio GratiGiorgio Grati per la prossima stagione invernale 2010/11 rimane fedele al suo stile sempre classico, fatto per donne di classe alta, che oggi, però,  richiedono tagli nuovi, forme smilze e  under statement, segno dei tempi che stiamo vivendo, con colori che si rifanno a De Chirico e a Man Ray.

Le spalle sono messe in evidenza nelle giacche classiche in maglia e negli smoking dal taglio maschile, oltre che nei corti giacchini, che  mettono in risalto il punto vita, come nelle  gonne a vita alta, mentre i cappottini dalla forma ad uovo nella loro eleganza richiamano il mondo di Audrey Hepburn.

Per la sera paillettes ed abiti in pizzo esaltano la femminilità con quello chic  che da sempre contraddistingue i capi dello stilista._MG_6040(3)

Foto by Giorgio Grati

  • Share/Bookmark

La prima capsule collection di Coccinelle

coccinelle1coccinelle3coccinelle2Per il prossimo inverno 2010/11 Coccinelle presenta la sua prima capsule collection, che comprende dieci modelli ed è caratterizzata da un urban style molto particolare e dalle ispirazioni più diverse. Nata in collaborazione con il designer Kostas Murkudis, la collezione si articola in tre temi, uno  ispirato al Giappone, che propone borse che sembrano delle scatole giapponesi avvolte con lacci e fiocchetti, in nero o giallo oro; l’altro sembra richiamare l’abbigliamento dei motociclisti, con borse che presentano scanalature e rinforzi da easy rider; la terza si ispira all’aeronautica, con borchie simili a quelle che troviamo nei punti di giunzione degli aerei. Le borse  hanno un aspetto  che colpisce, sia per le dimensioni che per la pelle di pitone dall’effetto vintage con cui sono realizzate.

Una collezione  che abbina la creatività di uno stilista contemporaneo alla cura dei dettagli e alla qualità, che sono da tempo un plus di Coccinelle.

Foto by Coccinelle

  • Share/Bookmark

Bagliori di perle veneziane illuminano i capi di Roberta Scarpa

Roberta Scarpa 1La stilista Roberta Scarpa reinterpreta in modo del tutto originale l’uso delle perle veneziane, unendo la tradizione veneta delle perle fatte di vetro alla modernità del loro utilizzo, nei suoi capi per il prossimo autunno/ inverno 2010. La maglieria, ad esempio, è impreziosita da perle cucite nei profili e nelle pinces, le bluse di chiffon hanno trecce di maglia e perle e perfino i jeans scoloriti presentano ricordi di collane. Catene e diamanti fotografati, perle bianche e nere stampate si rincorrono con bagliori da concerto live su bluse e capi in jersey.

La giacca del tailleur, dalla fattura sartoriale,  presenta imbastiture metalliche a vista, come se avesse fatto un piercing, il cappotto impreziosito da paillettes e le perle indossate come collane o usate come decorazione degli abiti completano questa sorprendente collezione, che nelle sue caratteristiche originali rimanda alle origini venete della stilista.Roberta Scarpa  2

Le perle si fanno ora semplice gioiello, ora splendente bagliore e vanno ad illuminare la bellezza di una donna di classe.

Foto by Roberta Scarpa

  • Share/Bookmark

La Galliano Girl ha ora la sua fragranza!

EAU-DE-PARFUMDopo una ricerca durata molto tempo lo stilista francese di origine inglese  John Galliano è riuscito finalmente a mettere  a punto una  fragranza che rappresenta la  personalità della Galliano Girl, un mix di femminilità, romanticismo e libertà di pensiero.

L’estetica del packaging, il prodotto, il flacone, tutto, insomma, comunica una visione della vita romantica ed insieme irrequieta, che si ispira ai ritratti di donna di Boldini, noto pittore ferrarese dell’’800. Il packaging comunica un’idea di preziosità e di fascino, che spinge a scoprire il contenuto, anticipandone  il profumo ed il fascino e portandoci per mano alla scoperta  del  flacone, che   ricorda  le forme sinuose del corpo di una donna, sormontato dal tappo in forma di G, Galliano appunto, mentre  il colore viola richiama le pennellate di colore che Boldini dava alle sue tele,  per dare  movimento ai personaggi che più amava ritrarre, le donne.  Lavanda , bergamotto, ambra, cedro, rosa, violetta, uniti ad altri ingredienti che si scoprono solo  indossandola, danno alla fragranza un’intonazione nuova, fatta di moderno e antico, ingenuità e seduzione.

L’eau de toilette e l’eau de parfum John Galliano sono il riflesso dello stilista : freschezza e brio, in un sovrapporsi di pensieri e sensazioni, per un risultato vivace e affascinante, tutto da scoprire!

In vendita da Aprile 2010

Foto by Galliano Girl

  • Share/Bookmark

Solo suole fucsia per le scarpe di Rizieri

scarpe-1

Le scarpe realizzate da Rizieri in modo completamente artigianale  hanno una particolarità inconfondibile: hanno tutte le suole color fucsia, quasi una firma, che contraddistingue la capacità di dare ad ogni paio di scarpe un’impronta originale , che le rende uniche. Ogni giorno vengono prodotte da Rizieri non più di sessanta paia di scarpe, rigorosamente a mano e tutto Made in Italy, con grandissima attenzione ai dettagli e al comfort del piede. I materiali usati sono trattati in maniera innovativa e sono tutti naturali, come  la seta delle cravatte, il vitello tinto all’anilina, la capra conciata al naturale. I  tacchi sono in polvere di metallo, che li rende indistruttibili, e , grazie all’uso di uno speciale bi-materiale, donano una camminata silenziosa.

Attenzione estrema anche nel packaging: il cartone della scatola è  riciclato, per salvaguardare l’ambiente, e il coperchio riproduce un’opera d’arte contemporanea.

Scarpe di alta classe, che nel  logo ricamato, non semplicemente stampato,  rivelano la cura del dettaglio di un artigiano della scarpa, che è anche un fine stilista.

Foto by Rizieri

scarpe 2scarpe 3

  • Share/Bookmark

SAN.BA è la borsa dedicata da Alviero Martini alla famosa piazza milanese

alvAlviero Martini lancia la sua  nuova collezione ALV (Andare Lontano Viaggiando), il cui nome testimonia la passione per i viaggi del noto stilista, e , in occasione dell’apertura della sua nuova sede in Piazza San Babila, dedica  alla famosa piazza del quadrilatero della moda milanese   uno degli accessori più belli e lussuosi, la borsa SAN.BA, che fa parte della linea di accessori Luxury. Realizzata in pregiati pellami, come lucertola,pitone nabuk, anguilla, pelle stampa caviale,  è disponibile nei colori della collezione primavera-estate 2010: ametista, topazio, agata grigia, giada e lapis ed ha dimensioni maxi di stile vintage, molto comoda da usare anche in viaggio.

Foto by ALV

  • Share/Bookmark

Fabiana Filippi sceglie materiali naturali per la sua collezione primavera/estate 2010

IMG_3047

Anche per la prossima stagione la stilista Fabiana Filippi sceglie materiali naturali, come lino, cotone, cashmere e seta, per capi che si presentano con un aspetto vissuto, non artefatto, in nuances di colori rubati alla natura, come il bianco, il kaki, il grigio pietra, il verde quadrifoglio. Sia le maglie che i capispalla hanno proporzioni variabili: si va dai micro cardigan ai maxi pull, dalle giacche lunghe a quelle corte con spalle ben definite, chiuse da un bottone solo, da abbinare a pantaloni e gonne morbide. Abiti semitrasparenti, nati dall’unione di due tessuti, fluttuano leggeri intorno al corpo, donando un’eleganza raffinata a chi li indossa.

Una collezione che unisce sogno e realtà, fatta per una donna dinamica e moderna, che non vuole, però , rinunciare alla propria femminilità.

Foto by Fabiana Filippi

fab11fab2

  • Share/Bookmark

Le scarpe di Sergio Rossi sono un vero oggetto del desiderio per molte celebrities

cececeSenza-titolo-1

Le scarpe di Sergio Rossi, apprezzate per l’eleganza  e   l’innovatività dei modelli, dei materiali e delle decorazioni, “sfilano” spesso sul red carpet di molte manifestazioni e presentazioni a cui partecipano personaggi del jet set internazionale.

Penelope Cruz , musa del famoso regista Pedro Almodovar, vincitrice di un David di Donatello nel 2004  e di un Oscar nel 2008, ha scelto di indossare un sandalo di Sergio Rossi con plateau in camoscio nude con cristalli applicati  in occasione della prima del suo film “Nine”, che si è tenuta a Roma.

Un sandalo spuntato con plateau in pelle piombo, firmato dallo stesso stilista, è stato indossato in occasione del “National Board of Review Awards 2010” a New York da Anna Kendrick, famosa e pluripremiata interprete di film (Twilight) e di musical a Broadway.

Foto by Sergio Rossi

  • Share/Bookmark

La “festa delle feste” è alle porte!

MatildeCano_058MatildeCano_049MatildeCano_034

Capodanno è vicino e, se non lo avete ancora fatto, è il momento di pensare all’abbigliamento per la notte più elettrizzante dell’anno! Matilde Cano, la nota stilista spagnola, vi propone meravigliosi abiti da sera, che non vi faranno passare inosservate! Pensate all’emozione che proverete nell’accedere ad una festa indossando uno stupendo abito lungo realizzato in una calda e donante tonalità rosso corallo, con le spalle nude accarezzate da un’impalpabile stola dello stesso tessuto dell’abito! Se poi il lungo totale vi sembra troppo impegnativo, l’abito turchese che sul davanti scopre il ginocchio e dietro si allunga in una sorta di strascico, arricchito da uno scenografico volant, con la scollatura che lascia le spalle completamente scoperte, è l’ideale. L’abito lungo, invece, realizzato in tessuto lucido in un’ attraente tonalità di viola, con un drappeggio sul seno che forma un insolito fiore, interpreta la tendenza colore di quest’ anno ed è pensato per una donna che vuole apparire seducente e sexy nella notte più  entusiasmante dell’anno.

Foto by Matilde Cano

  • Share/Bookmark

’60 ’70 ’80 ’90 ’00 ed è ….Time Collection!

GRUPPO_MS_

60 ’70 ’80 ’90 ‘ 00: sono i nomi delle cinque nuovissime fragranze  che la Maison Mila Schon propone, ricordando  quei decenni,  ancora oggi fonte di ispirazione per molti stilisti. Gli esclusivi profumi costituiscono una collezione, la Time Collection, che vuole racchiudere il meglio della tradizione e, nel contempo, della creatività di una stilista che ha attraversato quegli anni interpretandone le più importanti tendenze, ma rielaborandole in modo del tutto personale e dando loro una sua impronta particolare, del tutto innovativa.  Ciascun profumo si ispira ad un decennio:  ’60 richiama il nuovo stile di vita che le donne avevano in quegli anni, con l’inserimento nel mondo del lavoro, portandole a prediligere un abbigliamento privo di orpelli e fragranze discrete; ’70 ricorda gli anni della rivoluzione studentesca e uno stile di vita più sobrio e ispirato alla natura,proprio come questa fragranza; ’80 è la celebrazione del successo della Maison, con una fragranza che unisce note olfattive  naturali e fresche ad ambra e a  patchouly indonesiano, richiamo di mondi lontani;’90 ricorda le origini italiane della Maison, con le note di mandarino e bergamotto calabro, mentre il legno di cedro libanese rimanda all’apertura verso il mondo che Mila Schon perseguì in quegli anni; ’00 inizia una nuova storia del profumo, a sottolineare l’inizio di  un nuovo secolo e la Schon lo interpreta con grande sobrietà e con una fragranza a base di vaniglia del Madagascar, Fava Tonka, gelsomino Sambac, legni pregiati.

Se la linea di profumi è innovativa, anche  il packaging, con un diverso colore che contraddistingue ogni flacone ed ogni astuccio, testimonia la capacità innovativa, il gusto per i colori pastello  e per linee sobrie e pulite della stilista.

Foto by Mila Schon

  • Share/Bookmark